Muore il killer della scuola di Tolosa

Si è conclusa con il suicidio del killer la triste storia della scuola di Tolosa. Facendo un salto indietro, ricordiamo che Mohammed Merah, questo è il nome dell’assassino, aveva ucciso, in giorni differenti ben sette persone, tra militari, alunni e un professore di una scuola ebraica della cittadina francese. L’assedio alla casa del killer era durato ben 32 ore, durante le quali l’uomo si era asserragliato nel bagno, tentando di negoziare la resa. Quando gli agenti delle teste di cuoio francesi sono entrate nell’appartamento, l’uomo ha reagito con una violenza inaudita, tanto che nel conflitto a fuoco sono rimasti feriti due agenti. Ed è continuando a sparare contro gli agenti che Merah si è gettato dalla finestra. Il presidente Sarkozy aveva chiesto di catturare l’uomo vivo, per assicurarlo alla giustizia, ma questo non è stato possibile, perché Merah ha deciso di porre volontariamente fine alla propria vita, piuttosto che subire un processo e una condanna. In molti hanno etichettato l’atto come ignobile. L’uomo era stato addestrato anche in Afghanistan e aveva detto di aver agito per vendicare la Palestina e per protestare contro le missioni militari francesi. Da più parti è stato chiesto di non usare più la causa palestinese come scusa per omicidi così brutali.

Comments

comments