A Londra per tavoli verdi, musica e musei

Se amate Londra, e siete instancabili giocatori di texas holdem, non potrete perdere l’occasione di recarvi nella capitale britannica proprio allo scoccare della primavera. In questi giorni le temperature sono infatti in risalita e, complice l’assenza della pioggia, per qualche ora potrete godervi delle passeggiate ad Hyde Park, o approfittare per attraversare la città camminando e, nelle ore serali, raggiungere uno dei tanti casinò attivi nelle sue strade. La città di sua maestà Elisabetta II è, difatti, apertissima alle manifestazioni legate al tavolo verde, e tra il 4 e il 16 marzo ha addirittura ospitato una tappa del World Poker Tour.

L’immaginario kitch che di solito è associato ai casinò, in parte reale se si pensa a Las Vegas o all’appena inaugurato Casinò Solaire di Manila, rende quasi incredibile credere che anche una città “snob” come Londra possa essere aperta a queste iniziative e invece sono ben 25 le case da gioco presenti in città, sebbene di un profilo totalmente diverso rispetto a quelle pocanzi menzionate. Fiore all’occhiello, per citarne uno davvero rappresentativo, è l’Hippodrome, locale storico che ha aperto i battenti nel 1900.

Un luogo con cento anni di storia, che ha ridisegnato più volte la sua fisionomia per adattarsi alle esigenze del momento storico che si trovava ad affrontare, nato come circo, e trasformatosi poi in teatro e ancora in night club, l’Hippodrome è ora una delle principali attrazioni della città. Qui hanno cantato le Supremes e Frank Sinatra, e si sono esibite attrici come Judy Garland. Ora è invece uno dei casinò londinesi più belli e frequentati, ma la struttura resta fedele a se stessa e tanti sono i concerti, specialmente di musica Jazz e Pop che sono organizzati nel corso dell’anno.

Certo gli spettacoli non mancano nella capitale inglese, che vanta prestigiosi teatri, e se vi recate in città proprio per essere intrattenuti dalla musica, una tappa obbligata deve essere Covent Garden, fiore all’occhiello della Londra dell’opera, dove ancora risuonano le dolci note della voce di Maria Callas, che qui mise in scena alcune delle sue più incredibili performance: Anna Bolena, Macbeth e l’amata Tosca, quest’ultima in effetti più volte da lei interpretata anche alla presenza della regina.

Londra è tuttavia città per tutti, e non è solo il divertimento ai tavoli verdi o la musica ad aspettare coloro che decidono di trascorrervi dei giorni di vacanza, tanti anche i musei che potranno intrattenere gli appassionati della arti antiche e moderne, considerando che in città quasi tutti i musei sono gratuiti: dalla National Gallery al British Museum, dal Tate Britain al Tate Modern, ancora al “Victoria and Albert Museum”. Se è invece prevista una bella giornata di sole, organizzate una gita fuori porta ad Hampton Court, belli i giardini in fiore, e soprattutto il castello di Enrico VIII, dove potrete ammirare splendide serie d’arazzi e opere d’arte (tra questi i Trionfi di Mantegna), e conoscere i luoghi dove il re fece fuori, una dopo l’altra, le sue sei mogli, di cui gli sopravvisse, solo l’ultima.

La sera, per un divertimento disimpegnato, non mancate di recarvi nella zona di Piccadilly Circus. Qui sono davvero tanti i locali e i pub dove intrattenervi con gli amici e bere una birra, magari, perché no, facendo quattro salti in pista. Tra i più belli c’è il cosiddetto Carvernoso, locale interamente in legno, che ripropone un’atmosfera intima, come se ci si trovasse all’interno di una casa sull’albero.

Cheers!

Comments

comments