Archivio della categoria: Sport

Sorteggio Lazio, una chance per il Ranking

Il sorteggio non è stato di certo benevolo ma anche le squadre italiane ci hanno messo del loro per complicare le cose. Partiamo da un presupposto che in Italia trovo poco spazio nei dibattiti televisivi o cartacei e che invece in Inghilterra sono al centro del piano di sviluppo futuro : la posizione di un campionato nel Ranking Uefa è fondamentale, se non vitale, per una Federazione. Come è noto l’Italia ora è al quarto posto, scavalcata anni fa dalla Germania che ora è salita addirittura in seconda posizione. Il risultato fu che l’Italia perse un posto in Champions League, che da quattro scesero a tre. Visto che i soldi della massima competizione europea sono vitali per un club che vuole mantenersi competitivo, un posto in più o in meno fa una differenza enorme. L’Italia al momento è in lotta con l’Inghilterra per la conquista del terzo posto nel Ranking (che garantirebbe una squadra in più in Champions) e tramite il sistema di punteggio, unita all’ottima cavalcata della Juventus nella vecchia Coppa Campioni e di Napoli e Fiorentina, arrivate in semifinale, di Europa League, potrebbe avvicinarsi ancor più sensibilmente ai britannici, che sono molto spaventati dalla cosa ma che in questa stagione stanno tirando un sospiro di sollievo.

Lazio fondamentale

Adesso tutta la nazione tifa Lazio. Non si saranno sentiti i botti come per capodanno Roma ma tappi di champagne saranno partiti quando i biancocelesti sono stati accoppiati allo Sparta Praga negli ottavi di Europa League. Ed altrettanti ne partiranno se la Juventus dovesse fare l’impresa di vincere a Monaco di Baviera, con le speranze di rimonta della Roma abbastanza inferiori. In Champions League le inglesi dovrebbero passare il turno con il Manchester City, il Chelsea deve ribaltare il risultato contro il Psg mentre l’Arsenal è quasi fuori. Se la Juve riuscisse nell’impresa si potrebbe verificare la situazione di entrambe le nazioni con una squadra. In Europa League poi, ipotizzando che la Lazio faccia il suo compito e quindi passi il turno contro uno Sparta Praga da prendere comunque per le molle, ai quarti troverebbe sicuramente una squadra inglese visto lo scontro tra United e Liverpool, mentre per il Tottenham c’è la difficile sfida contro i tedeschi del Borussia Dortmund. In sostanza ci potremmo ritrovare con un numero uguali di squadre ai quarti nelle due competizioni europee, ed in quel momento sognare un sorpasso non sarebbe più utopia.

Gli accoppiamenti degli ottavi di Europa League

Nel dettaglio ecco gli accoppiamenti degli ottavi di finale di Europa League, con la Lazio che ha pescato la squadra con il Ranking più basso, ma la concentrazione dovrà comunque rimanere massima perchè i cechi sono comunque una buona squadra che non è arrivata per caso agli ottavi.

1. Shakhtar Donetsk – Anderlecht

2. Basilea – Siviglia

3. Villareal – Bayer Leverkusen

4. Athletic Bilbao – Valencia

5. Liverpool – Manchester United

6. SPARTA PRAGA – LAZIO

7. Borussia Dortmund – Tottenham

8. Fenerbahce – Braga

Italia da favola agli Europei di deltaplano e parapendio

Una grande, grandissima Italia rientra dalla Turchia con altri due titoli
europei di volo in deltaplano, a squadre e individuale con Alessandro
Ploner, pilota di San Cassiano (Bolzano).
Da Saint-André-les-Alpes in Francia, invece, è una grande, grandissima
Nicole Fedele, pilota di Gemona del Friuli (Udine) che porta in Italia la
medaglia d’oro degli europei di volo in parapendio.

Teatro della prima competizione la città di Kayseri nell’Anatolia centrale,
presenti 17 nazioni e circa 100 tra piloti ed accompagnatori. Nove le
manches disputate tra i 57 e gli oltre 132 chilometri.
Il team azzurro ha preceduto Slovenia, Spagna e Germania, Ploner primo
davanti a Dan Vyhnalik (Repubblica Ceca) e Primoz Gricar (Slovenia).
Ottimo il comportamento di tutti gli altri azzurri a partire da Christian
Ciech di Mornago (Varese), che ha inanellato tre vittorie di task
consecutive, fermato solo da un guasto alla strumentazione mentre si
apprestava a vincere la quarta e salire sul podio. Ha dovuto accontentarsi
di un sesto posto. Bravissimi Elio Cataldi di Vittorio Veneto (Treviso),
secondo in una task e sempre tra i primi in classifica nelle altre, insieme
a Suan Selenati di Arta Terme (Udine), Davide Guiducci di Villa Minozzo
(Reggio Emilia), Paolo Rosichetti di Perugia, Tullio Gervasoni di Brescia,
Edoardo Giudiceandrea di Bergamo, l’alto atesino Anton Moroder. Insieme a
loro il CT Marco Borri ed il suo assistente Pietro Bacchi, entrambi di
Biella.
Impressionante il palmares degi azzurri che aggiungono il titolo odierno a
quelli mondiali vinti in Umbria lo scorso anno ed a Laragne (Francia) nel
2009 ed a quello europeo di Alger (Spagna), che portano l’Italia ai vertici
mondiali della disciplina e due piloti, Ploner e Ciech, primi nel raking
mondiale.

Agli europei di parapendio, presenti 134 piloti di 26 nazioni impegnati in
sei manche tra i 60 ed i 102 km, Nicole Fedele, campionessa italiana in
carica, persa e rimontata la prima posizione, alla fine ha lasciato alle
spalle l’inglese Kirsty Cameron e la svizzera Regula Strasser.
La formazione italiana comprendeva i torinesi Davide Cassetta e Marco
Littamé, campione italiano 2012, Joachim Oberhauser e Peter Gebhard (Alto
Adige), Alberto Vitale di Bologna, i trentini Christian Biasi e Luca Donini,
vice campione del mondo ed oggi migliore tra i maschi con il sesto posto in
classifica. Il team era guidato dal CT Alberto Castagna di Milano, dal
coordinatore tecnico Giorgio Corti di Lecco e dal coordinatore logistico
Paolo Zammarchi di Brescia.

La classifica maschile ha assegnato l’oro al bulgaro Yassen Savov, davanti
allo spagnolo Xevi Bonet Dalmau ed al britannico Russell Ogden. Nella
classifica per nazioni si aggiudica il titolo l’Austria, seguita nell’ordine
da Spagna, Svizzera, Germania, Regno Unito ed Italia.

Wikileaks ed estradizione di Julian Assange

 

Inizia oggi a Londra il processo che avrà l’onere di stabilire se accogliere o respingere la richiesta di estradizione avanzata dalla Svezia a carico del fondatore di WikiLeaks, l’ormai famoso  Julian Assange. La cosa strana è che nonostante le accuse a suo carico siano pesantissime, si parla infatti di molestie sessuali, queste accuse non si sono mai tramutate in una vera e propria incriminazione.

Se avete approfondito la cosa nei dettagli vi accorgerete che la cosa puzza molto. E’ chiaro che i governi di tutti i paesi osteggiano questa pratica di divulgazione di documenti riservati che potrebbe fare scuola. I legali di Assange hanno comunque detto che se perderanno faranno ricorso.

Intanto Assange rilascia interviste e proprio in una di queste interviste (rilasciata al quotidiano Leggo), ha dichiarato che presto cisaranno nuove rivelazione sul nostro paese.

 ”Berlusconi, ed altri in posizione di potere in Italia – ha dichiarato – dovrebbero fare molta attenzione al fatto che la loro vita privata corrisponda a quella pubblica”.  Comunque non ha detto nulla nè fatto anticipazioni su questi nuovi documenti che potrebbero essere presto resi pubblici.

Ecco un’intervista ad Assange con sottotitoli in Italiano: