Archivio della categoria: Turismo

Non tutto ciò che mettiamo in valigia è davvero necessario!

Capita spesso di chiedersi davanti, alla valigia quasi pronta, se tutto ciò che abbiamo inserito al suo interno sia davvero necessario. Possiamo assicurarvi che non è affatto così e che ci sono alcuni oggetti e prodotti che potreste tranquillamente lasciare a casa, non tanto perché non siano utili, ma perché con molta probabilità li troverete direttamente nella vostra camera di hotel. Sono infatti innumerevoli gli articoli per le vacanze che gli hotel decidono di inserire nel kit di cortesia che lasciano in ogni stanza, kit che sono come un vero e proprio dono per i loro ospiti e che consentono di coccolarli e di garantire loro tutti i comfort di cui hanno bisogno durante il loro soggiorno.

Facciamo alcuni esempi:

  • Potete eliminare dalla vostra valigia buona parte dei prodotti per il bagno che avete deciso di portare con voi. Shampoo e bagnoschiuma sono ormai quasi sempre presenti negli hotel e sono anche prodotti davvero di altissima qualità. Non dovete quindi avere paura che possa rovinare la vostra pelle o i vostri capelli, anzi sicuramente troverete giovamento nellutilizzarli. Spesso inoltre gli hotel prestano una grande attenzione a garantire dei prodotti adattati alla tipologia di vacanza. Gli hotel che, ad esempio, si trovano direttamente a ridosso di una spiaggia, spesso scelgono prodotti nutrienti che consentano di rigenerare la pelle dopo un bagno di sole o dopo essere stata a contatto con la salsedine per tutta la giornata.

  • Potete eliminare dalla vostra valigia anche le ciabatte per stare in camera, perché con molta probabilità troverete ad accogliervi un bel paio di pantofole morbide, realizzate in spugna, un paio ovviamente per ogni ospite presente.

  • Potete eliminare il set da cucito, solitamente presente negli hotel in un piccolo formato davvero molto delizioso.

  • Se avete scelto la formula residence, potete eliminare anche la spugna per lavare i piatti, i sacchetti della spazzatura e i guanti in lattice, perché anche questi sono prodotti che vengono solitamente forniti nel kit di cortesia.

Come avrete notato, abbiamo detto solitamente. Sì, perché non è detto che tutti questi prodotti siano presenti nell’hotel. Non possiamo far altro che consigliarvi quindi di accertarvi della presenza di questi prodotto prima della vostra partenza, andando a leggere la descrizione delle camere direttamente sul sito internet dell’hotel scelto oppure qualche recensione online lasciata da ospiti che hanno da poco vissuto in quella struttura la loro vacanza. In alternativa, potete chiedere direttamente alla struttura con una telefonata oppure una email.

Autobus di linea: tutte le compagnie italiane di autobus e le tratte più richieste con i relativi prezzi

In Italia milioni di persone viaggiano ogni giorno sfruttando la fitta rete di autobus per spostarsi sulle linee urbane, e non solo: l’autobus di linea infatti è ancora un valido mezzo per raggiungere diverse città, anche molto distanti fra loro. La rete di trasporto su gomma in Italia mette a disposizione dei viaggiatori diversi collegamenti grazie ad aziende che coprono l’intero territorio nazionale.

Tra le principali compagnie via terra a lunga percorrenza troviamo per esempio il Gruppo Baltour-Sena-Eurolines: un’azienda italiana che serve ogni giorno oltre 130 destinazioni in 17 regioni d’Italia. Gruppo Baltour mette a disposizione autobus di linea dotati dei principali comfort: sedili ergonomici, aria condizionata, stereo, TV, wi-fi e toilette. Le principali tratte servite dall’azienda sono Venezia, Torino, Bologna, Milano, Mestre, Padova, Brescia, Siena, Roma, Napoli e Firenze. Per i viaggiatori over 25 vi è la possibilità di acquistare una card annuale al costo di 30 euro che dà diritto a sconti fino al 30% sulle tratte sia nazionali che internazionali. La Baltour Card Giovani è invece dedicata a chi ha meno di 26 anni e al prezzo di 10 euro, sono previsti sconti fino al 35% sulle tariffe ordinarie. Per le singole tratte i pagamenti possono diversificarsi in base alle tariffe Ordinarie, Flessibili o Low Cost. La compagnia offre inoltre prezzi scontati per le tratte più richieste come ad esempio Roma-Venezia a partire da 17 euro, o Napoli-Milano a partire da 21 euro; per il viaggio Milano-Roma invece il costo di un biglietto varia dai 26 ai 49 euro. Gli orari di partenza rappresentano una variabile sul costo del biglietto.

Marino Autoline è una delle più longeve compagnie di autobus italiane: nata alla fine degli anni ’50 a Teramo, le sue flotte coprono le principali tratte sia nazionali che internazionali. I mezzi sono tutti dotati di aria condizionata, TV, stereo, wi-fi, toilette e frigo bar. La rete è particolarmente fitta in Puglia in cui è possibile raggiungere destinazioni che vanno dalle province fino ai centri minori della regione. Le linee ad ogni modo si estendono anche alle maggiori città del territorio nazionale. Con offerte di soli 9 euro per esempio è possibile acquistare biglietti per Milano-Bari/Lecce/Gallipoli, ma anche per Bologna-Lecce o Bologna-Taranto; da Roma invece le tratte più economiche sono Roma-Foggia o Roma-Manfredonia, con un biglietto di soli 8 euro.

Autoservizi Salemi è anch’essa una compagnia tutta italiana che propone collegamenti a livello urbano, regionale e nazionale. Le destinazioni principali coprono diverse città della Sicilia (come Trapani, Palermo, Marsala, Ragusa ed Enna tra quelle più richieste) collegandole sia al versante adriatico (Pescara, Ancona, Rimini, Cesena, Ravenna, Ferrara, Padova e Vicenza), che in altre città d’Italia come Roma, Bologna, Milano e Firenze. Acquistando biglietti in offerta è possibile per esempio raggiungere la Sicilia da Milano, o viceversa, a 60 euro, mentre per gli altri collegamenti le fasce di prezzo possono oscillare tra i 40 e gli 80 euro, in base alla lunghezza della tratta e all’orario di partenza richiesto.

Lirosi Linee, dal 1947, trasporta i viaggiatori sui propri autobus, accompagnandoli da Nord a Sud e viceversa, servendo numerose città e promuovendo offerte vantaggiose sia per l’area del meridione, che del settentrione. La compagnia, nata a Reggio Calabria, periodicamente offre l’opportunità di scontare alcune tratte a 10 euro (sulla tariffa di sola andata) o di 20 euro (sul biglietto AR) per i collegamenti più richiesti come Savona, Aosta, Torino, Alessandria, Bergamo, Milano, Firenze, Verona e tanti altri capoluoghi nazionali del Nord e del Sud. Le fasce di prezzo per una corsa si aggirano generalmente intorno ai 30 euro per le destinazioni più vicine, fino ad arrivare a circa 80 euro per le tratte più lunghe. La flotta si compone anche in questo caso di mezzi che possono garantire comodità e praticità ad ogni singolo passeggero.

Come raggiungere l’isola d’Elba

Splendida meta per le vostre vacanze estive è l’Isola D’Elba bagnata dal mar Tirreno e a pochi km dalle coste della Toscana e che può essere facilmente raggiungibile grazie alla presenza di un eccezionale servizio di traghetti Elba. E’ facilissimo prenotare il proprio viaggio in traghetto collegandosi a determinati siti web rivolti proprio alle compagnie di navigazione proprie dell’Isola D’Elba. Quest’ultima è un isola dalle coste auree e infiniti confini rigogliosi. I paesaggi naturalistici di quest’isola vi daranno la possibilità di inebriarvi in acque stupende e fare una passeggiata tra i piccoli centri abitati barricati sui monti e allentate la tensione accumulata durante i mesi invernali grazie ad un periodo di vacanza veramente indimenticabile. Collegandovi al sito internet della compagnia marittima che si occupa dei trasporti verso l’isola, e che quindi la collega alla terraferma, vi basterà solamente inserire il tipo di tratta che volete percorrere, i giorni che avrete stabilito per la partenza e il numero specifico di viaggiatori.

In questo modo potrete fissare e comperare i vostri biglietti in pochi secondi e confortevolmente da casa vostra schivando così code al botteghino e salpare così in tutta quiete e serenità ma in special modo in completa sicurezza. Arrivati sull’isola inizierete a conoscere il ritmo della vita estiva che la contraddistingue, alternerete momenti di profondo relax a ore di autentico divertimento e del tutto racchiusi tra magnificenze della natura di ogni genere. Qui sono ovviamente presenti diverse tipologie di hotel, tutti pronti a soddisfare i bisogni e le esigenze dei loro clienti. Per il periodo dell’alta stagione, quando l’ afflusso dei turisti si raddoppia, c’è analogamente un aumento dei trasporti marittimi e così in aggiunta ai traghetti c’è una disponibilità di unione tra la penisola e l’Isola D’Elba, pure con la presenza di un produttivo servizio di aliscafi. L’Isola D’Elba è sicuramente una delle mete preferite dai turisti provenienti da ogni parte del mondo proprio perché è sinonimo di garanzia di vacanze indimenticabili e servizi turistici di alta qualità grazie anche alla costante presenza di personale altamente qualificato e servizi eccezionali ed incredibilmente efficienti.


Il più grande network di blog professionali

Il fascino dell'”on the road”- come organizzare il proprio viaggio

Salire su un’auto, oppure su una moto, e sfrecciare lungo strade mai percorse prima decidendo, giorno per giorno, la meta del proprio viaggio. Questo, probabilmente, è il fascino dell’avventura on the road. Si tratta di uno stile di viaggio e, forse, anche di vita che trasmette in chi lo vive uno straordinario senso di libertà anche nel caso in cui si decida di stabilire il percorso, con le relative tappe, prima della partenza.

Come organizzarsi prima di partire

Organizzando la maggior parte dei dettagli prima di partire, il viaggio on the road sarà soggetto sicuramente a meno imprevisti. La prima cosa da stabilire sono le mete principali dell’itinerario da percorrere: si può scegliere di viaggiare su strade europee o, in alternativa, noleggiare un’auto in loco, qualora si preferisca un viaggio oltreoceano. Nel caso si scelga di restare in territorio europeo e di viaggiare con il proprio veicolo, è consigliabile stipulare una polizza per l’assistenza stradale in grado di completare i servizi offerti dalla tradizionale e obbligatoria polizza assicurativa RC Auto. Si tratta di un contratto che può rivelarsi molto utile specie quando si viaggia fuori dai confini italiani. In base al mezzo utilizzato per affrontare il viaggio, automobile o motocicletta che sia, è possibile scegliere tra diverse tipologie di copertura assicurativa. Tuttavia, per limitare il più possibile il rischio di dover ricorrere all’assistenza stradale, sarebbe consono effettuare, prima della partenza, un controllo completo del veicolo, soprattutto se non si tratta di un mezzo a noleggio. Una volta prevenuti eventuali imprevisti, non resta che fare le valigie e partire. Volendo si possono prenotare gli hotel in anticipo, ma si può anche sfidare la sorte e cercare, di volta in volta, un posto dove dormire.

Il viaggio on the road e l’immaginario collettivo

Il viaggio on the road mantiene ancora il proprio fascino grazie a una serie di fattori, primo fra tutti quello che lega questo genere di vacanza al mondo del cinema. Sono numerosi, infatti, i road movie che raccontano di lunghi e avventurosi viaggi in auto o in moto. Se gli uomini, però, sono affascinati da film in stile Easy Rider, le donne, invece, sognano un’avventura come quella di Thelma & Louise, possibilmente senza il tragico finale. Meno fattibile, ma di grande effetto, il viaggio condotto dall’anziano protagonista di Una Storia Vera di David Lynch, che percorre un lungo tragitto verso il fratello morente a bordo di un trattorino tosaerba che pur con tutti i disagi forniti riesce comunque a condurre il vecchietto verso la sua meta. Il viaggio on the road, emblema negli anni ‘60 degli spiriti liberi e in controtendenza, per un certo periodo è stato accantonato in favore di viaggi organizzati considerati più sicuri; oggi, invece, è tornato prepotentemente alla ribalta interpretando il desiderio di libertà e ribellione vissuto da molti giovani in Europa.

A Londra per tavoli verdi, musica e musei

Se amate Londra, e siete instancabili giocatori di texas holdem, non potrete perdere l’occasione di recarvi nella capitale britannica proprio allo scoccare della primavera. In questi giorni le temperature sono infatti in risalita e, complice l’assenza della pioggia, per qualche ora potrete godervi delle passeggiate ad Hyde Park, o approfittare per attraversare la città camminando e, nelle ore serali, raggiungere uno dei tanti casinò attivi nelle sue strade. La città di sua maestà Elisabetta II è, difatti, apertissima alle manifestazioni legate al tavolo verde, e tra il 4 e il 16 marzo ha addirittura ospitato una tappa del World Poker Tour.

L’immaginario kitch che di solito è associato ai casinò, in parte reale se si pensa a Las Vegas o all’appena inaugurato Casinò Solaire di Manila, rende quasi incredibile credere che anche una città “snob” come Londra possa essere aperta a queste iniziative e invece sono ben 25 le case da gioco presenti in città, sebbene di un profilo totalmente diverso rispetto a quelle pocanzi menzionate. Fiore all’occhiello, per citarne uno davvero rappresentativo, è l’Hippodrome, locale storico che ha aperto i battenti nel 1900.

Un luogo con cento anni di storia, che ha ridisegnato più volte la sua fisionomia per adattarsi alle esigenze del momento storico che si trovava ad affrontare, nato come circo, e trasformatosi poi in teatro e ancora in night club, l’Hippodrome è ora una delle principali attrazioni della città. Qui hanno cantato le Supremes e Frank Sinatra, e si sono esibite attrici come Judy Garland. Ora è invece uno dei casinò londinesi più belli e frequentati, ma la struttura resta fedele a se stessa e tanti sono i concerti, specialmente di musica Jazz e Pop che sono organizzati nel corso dell’anno.

Certo gli spettacoli non mancano nella capitale inglese, che vanta prestigiosi teatri, e se vi recate in città proprio per essere intrattenuti dalla musica, una tappa obbligata deve essere Covent Garden, fiore all’occhiello della Londra dell’opera, dove ancora risuonano le dolci note della voce di Maria Callas, che qui mise in scena alcune delle sue più incredibili performance: Anna Bolena, Macbeth e l’amata Tosca, quest’ultima in effetti più volte da lei interpretata anche alla presenza della regina.

Londra è tuttavia città per tutti, e non è solo il divertimento ai tavoli verdi o la musica ad aspettare coloro che decidono di trascorrervi dei giorni di vacanza, tanti anche i musei che potranno intrattenere gli appassionati della arti antiche e moderne, considerando che in città quasi tutti i musei sono gratuiti: dalla National Gallery al British Museum, dal Tate Britain al Tate Modern, ancora al “Victoria and Albert Museum”. Se è invece prevista una bella giornata di sole, organizzate una gita fuori porta ad Hampton Court, belli i giardini in fiore, e soprattutto il castello di Enrico VIII, dove potrete ammirare splendide serie d’arazzi e opere d’arte (tra questi i Trionfi di Mantegna), e conoscere i luoghi dove il re fece fuori, una dopo l’altra, le sue sei mogli, di cui gli sopravvisse, solo l’ultima.

La sera, per un divertimento disimpegnato, non mancate di recarvi nella zona di Piccadilly Circus. Qui sono davvero tanti i locali e i pub dove intrattenervi con gli amici e bere una birra, magari, perché no, facendo quattro salti in pista. Tra i più belli c’è il cosiddetto Carvernoso, locale interamente in legno, che ripropone un’atmosfera intima, come se ci si trovasse all’interno di una casa sull’albero.

Cheers!

Le sorprese dei biglietti low-cost

Ogni anno, all’arrivo dell’estate, specialmente in tempi di crisi, sono in molti a cercare una soluzione non troppo dispendiosa per qualche giorno di vacanze estate 2013. Così chi cerca un biglietto aereo a prezzi stracciati si è sicuramente collegato ai siti di qualche compagnia low cost, che grazie alla loro indiscutibile convenienza in termini di tariffe attirano l’attenzione di molti. Ryanair è sicuramente campione in questo senso. La più grande low cost europea da anni in forte crescita, offre tariffe che è impossibile trovare tra i vettori di bandiera. Proposte per volare a 1 centesimo ma anche a 5 o 10 euro. Le sorprese però non mancano anche in queste offerte all’apparenza così appetibili.

Gli irlandesi campioni del risparmio offrono ogni anno milioni di posti a prezzo di partenza irrisorio, ma stiamo parlando del prezzo base. Poi si devono aggiungere non solo le tasse, come ormai tutti sanno, ma anche un supplemento per ogni bagaglio portato al seguito (anche se rientra in franchigia, al costo di 6 o 12 euro al pezzo), una commissione (fino a 3 euro) se si paga con una carta di credito che non sia Visa Electron, altri 3 euro se si fa il check-in all’aeroporto invece che via internet, nonché un altro supplemento se ci si vuole imbarcare per primi (non c’è pre-assegnazione di posti e quindi i primi che vanno a bordo hanno maggiore scelta). Infine, altro dettaglio da non trascurare, la franchigia bagagli è di soli 15 chili, mentre la maggior parte delle compagnie ne ammette venti. Riassumendo si può dire che con Ryanair il biglietto e i servizi collegati vengono venduti con una formula “a consumo” nel senso che si paga a parte tutto ciò che non è compreso nel minimo previsto. Le tariffe delle compagnie tradizionali sono invece definite “flat”: la tariffa minima costa di più ma il passeggero può portare quanti colli vuole basta che non superi i 20 chili, può scegliere se fare check-in online (anche con bagaglio per alcune destinazioni) o in aeroporto, può pagare con carta di credito senza vedere lievitare il conto. Insomma, sulla base dei dati comparativi, sembrerebbe che la compagnia irlandese sia competitiva solo viaggiando senza “pesi” e utilizzando una carta Visa electron, ma a patto di fare il check-in online.